Passa ai contenuti principali
Ritorna al sito

PORSCHE TAYCAN: LA PRIMA ELETTRICA DELLA CASA TEDESCA

Porsche Taycan: rivoluzione nel mondo Porsche

In arrivo la nuova Porsche Taycan, la prima full electric della casa tedesca.
La nuova Taycan è stata presentata qualche giorno fa a Berlino ed è già sulla bocca e sulla tastiera di tutti.
Infatti la Taycan non è solo un modello aggiuntivo alla linea, ma una vera alternativa alle classiche auto a motore a combustione. Basti pensare che è stata realizzata sia in una versione Turbo che Turbo S, i due modelli più potenti a disposizione della casa tedesca. Sembra proprio che la Porsche Taycan voglia sfidare il dominio del settore costituito dalle Tesla Model S e che dura oramai da troppo tempo.
Quando nel 2015 era stata presentata la Mission E, concept car da cui La Taycan prende le mosse, Porsche aveva promesso che avrebbe realizzato un’auto elettrica dalle altre prestazioni, indistinguibile dai modelli classici. Promessa mantenuta, quindi, se non addirittura superata visto che la Porsche Taycan sembra essere l’auto ideale anche per i piccolo spostamenti quotidiani.

Porsche Taycan: specifiche tecniche e prestazioni

Anche le prestazioni della nuova Taycan sono davvero sorprendeti. La versione Turbo S, infatti, può sviluppare 560 Kw di potenza, pari a 760 cv, e da 0 a 100 km/h in 2,8 secondi con una velocità massima di 260 km/h. La potenza della Turbo è poco inferiore. Numeri davvero importanti visto che, pur trattandosi di un’auto sportiva, la Taycan resta una berlina 4 porte. Per chi si preoccupa dell’autonomia, entrambe le versioni si aggirano intorno ai 400 km, con la Turbo che ha consumi inferiori. Parliamo quindi di cifre che permettono tranquillamente di affrontare anche lunghi viaggi.
Ma com'è possibile? Queste performance sono garantite dai due propulsori elettrici posti sui due assi che danno al veicolo una trazione integrale.
Anche le batterie della Porsche Taycan sono pensate per alte prestazioni. La vettura della casa di Zuffenhausen infatti è la prima vettura elettrica dotata di un sistema di alimentazione da 800 volt invece che il classico da 400 volt. Il sistema Performance Battery Plus è di 93,4 kWh e la ricarica massima 270 kWh. I tempi di ricarica non sono affatto eccessivi, anzi, dal 5% all’80% è di poco più di 20 minuti.
Oramai sembra chiaro a tutti che il futuro della mobilità sia elettrico e anche le grandi case di produzione di auto sportive si stanno adattando. Porsche non è un precursore in questo senso, tuttavia ha deciso di fare le cose in grande stile.

Commenti

Post popolari in questo blog

LO STUDIO DI HARVARD SU INQUINAMENTO E CORONAVIRUS

Uno studio dell'Università di Harvard ha confermato la notizia.  C’è effettiva colorazione tra l’inquinamento da polveri sottili e la mortalità da Coronavirus. Lo studio dimostra che all’aumentare di appena un microgrammo per metrocubo di pm2,5 corrisponde un aumento del 15% del tasso di mortalità da virus Sars-Cov-2 chiamato anche Covid-19 o più comunemente Coronavirus. Gli scienziati dell’Università del Massachusetts sono giunti a questa conclusione approfondendo le zone a più alta mortalità degli Stati Uniti e scoprendo così che dove ci sono i focolai maggiori c’è anche un inquinamento atmosferico più rilevante. Questo aumento del 15% è da tenersi come dato di media e in alcune zone la mortalità arriva anche al 20% in più. D’altronde è anche un discorso piuttosto scontato: cosa lega Wuhan, Milano e NewYork se non l’elevata industrializzazione e l’altrettanto elevante tasso di inquinamento dell’aria? Le ipotesi sulla relazione tra inquinamento e Coronavirus sono diverse. Basti

BYD PRESENTA: LE BATTERIE INDISTRUTTIBILI!

Più volte e anche in questa sede, abbiamo discusso dell’affidabilità delle batteria elettriche. Alcune delle notizie che circolano in giro sono del tutto infondate , altre più attendibili ma comunque incomplete. Quello che è certo è che la ricerca scientifica non si ferma per riuscire a fare delle auto elettriche il futuro della mobilità. Notizie confortanti riguardo allo stato di cura e sicurezza delle batterie della auto elettriche arrivano dalla Cina.   Il colosso automobilistico Byd ha infatti messo a punto una batteria ultra resistente e praticamente indistruttibile. Non si surriscalda, non prende fuoco e regge qualsiasi tipo di urto. Byd sostiente che la sua nuova batteria, che sarà montata sulle prime autovetture green già questo giugno, sia così resistente che anche se trafitta da una sbarra d’acciaio, comunque non andrà in cortocircuito. Si chiama Blade Battery e mai nome fu più azzeccato visto che potrà davvero portare uno squarcio nel mondo della produzione dei veicoli

LE AUTO ELETTRICHE PIÙ ATTESE DEL 2020

Il 2020 è stato fin da subito visto come un anno di svolta per l’elettrico. Molte case automobilistiche hanno presentato tra le loro novità auto elettriche innovative e dai concept totalmente rinnovati.  La crescente innovazione tecnologica di vari costruttori ha portato a sviluppare modelli sempre più convenienti con batterie in grado di garantire autonomie sempre più estese e con prezzi di acquisto che in molti casi si riducono, complice anche l’eco-bonus messo a disposizione dal governo italiano, già in vigore dal 2019.    Ma quali sono davvero le migliori offerte presenti sul mercato delle auto elettriche?   Nuova Fiat 500 Elettrica Diverse voci e indiscrezioni sono circolate in merito alla Fiat 500 elettrica e, pare, che presto diventerà realtà. La citycar per antonomasia del gruppo FCA sarà infatti una delle nuove auto elettriche del 2020, segnando anche il debutto del gruppo nel mercato delle auto a zero emissioni. Pur essendosi evoluta in tutti questi anni presenta